3.01.2019 – È la più grande realtà di categoria che mette insieme associazioni, produttori, commercianti e ricercatori del settore della canapa.

È il Cannabis Social Forum, nato al termine di un meeting che si è svolto in questi giorni a Roma. Come primo atto si sta realizzando una richiesta al Governo per far chiarezza sull’intero comparto, costretto a vivere con profondi vuoti normativi.

La legge 242 del 2016 ha come obiettivo la promozione della coltivazione e del processo di filiera legato all’intera pianta.

Marta Lispi, referente del Cannabis Social Forum spiega: “Già prima di questa norma era possibile realizzare – con le dovute specifiche – alimenti e cosmesi dal seme e dall’olio di cannabis. Questa legge ha ulteriormente incentivato la produzione nazionale prospettando l’utilizzo della pianta in vari comparti.”

Penso al tessile, alla carta, alla bioedilizia, alle bioplastiche, alle estrazioni. Questo per promuovere un’economia circolare ed ecosostenibile. La realtà dei fatti, invece, è che le disposizioni in vigore presentano grosse lacune e lasciano un eccessivo spazio interpretativo, limitando di fatto lo sviluppo della filiera.

È necessario disciplinare meglio quattro punti: la destinazione d’uso della pianta e delle infiorescenze, la produzione e la vendita di prodotti, la regolamentazione delle soglie di principio attivo ammesse negli alimenti, la regolamentazione per gli impianti di trasformazione e smaltimento. Oggi, infatti, siamo costretti a rivolgerci all’estero.

L’auspicio è che questo Governo possa, o attraverso disposizioni ministeriali o con leggi ad hoc, disciplinare il settore in maniera chiara.
Tutto questo non solo è possibile, ma è un passaggio obbligato se si ha intenzione di sviluppare una reale politica a sostegno dell’ambiente e dei territori e se non si vuole distruggere un comparto quale quello della canapa, che già oggi conta migliaia di lavoratori. Non bisogna tralasciare inoltre un adeguamento normativo per l’uso terapeutico e gli eventuali altri usi della pianta, a livello non solo nazionale, ma dell’intera UE.”

Cannabis Social Forum – cannabissocialforum@gmail.com – per info Marta 392.2982242 –
Viale Scalo San Lorenzo 30