La canapa possiede un numero enorme di possibili usi nei settori più disparati che nemmeno immaginiamo. Oltre all’utilizzo in ambito terapeutico per la cura di numerose patologie e l’impiego alimentare per preparare ottime ricette, la canapa è stata riscoperta in molti ambiti che vanno dalla produzione di oggetti, dall’abbigliamento alla carta e molto altro ancora.

Ecco 10 usi della pianta di cannabis!

1.Abbigliamento

I cinesi usavano la canapa per fabbricare tessuti e vestiti sin dal lontano 8000 a. c.

Negli ultimi anni c’è stata una rinascita di interesse per quanto riguarda l’abbigliamento realizzato con la canapa, basta un click ed è possibile acquistare una maglia di canapa.

L’abbigliamento realizzato con questo tessuto è divenuto noto soprattutto per la consistenza, la resistenza agli strappi e per il fatto che dura a lungo. Infatti, viene utilizzato soprattutto per l’abbigliamento sportivo.

L’industria tessile della canapa ha molte potenzialità anche perché è più produttiva rispetto al cotone e più facile da coltivare.

2.Corde

La fibra di canapa è anche utile per creare corde, grazie alla sua consistenza e resistenza alla trazione.

In passato, la canapa era abitualmente usata per realizzare i teli delle vele.

Ad oggi, le migliori corde per uso marittimo sono quelle prodotte dalla canapa che resistono per decenni!

3.Materiali da costruzione

L’edilizia è un altro settore in cui la canapa ha un grande utilizzo.

La pianta di cannabis viene utilizzata per produrre “hempcrete“, biomattoni composti da calce e canapa, una sorta di cemento ma più forte, più leggero e più rispettoso dell’ambiente.

Le fibre di canapa sono estremamente resistenti e durevoli e rappresentano una buona alternativa al legno nella costruzione di edifici.

Un’altra peculiarità è quella di essere un valido materiale isolante impiegato nella bioedilizia e, nell’architettura sostenibile, ad esempio, ultimamente vengono realizzati vasi in canapa che risultano maggiormente traspiranti rispetto a quelli tradizionali.

4.Carta

La prima carta di canapa identificata nel mondo risale a circa 2000 anni fa.

La canapa è una fonte di cellulosa rapidamente rinnovabile e sostenibile per la produzione della carta che, però, non viene utilizzata molto a causa dell’elevato costo di lavorazione che richiede.

È stata usata per molti anni, da tutte le società pre-moderne come fonte primaria per la creazione della carta.

Purtroppo, eccetto qualche impianto di lavorazione artigianale, in Italia, oggi, non sono presenti impianti industriali per la produzione di carta di canapa.

5.Gioielli

Lo spago realizzato con la canapa è davvero versatile, esso viene usato, sempre più frequentemente, per realizzare tutti i tipi di gioielli: cavigliere, collane, bracciali e ogni altro tipo di ornamento.

I bijoux sono creati usando la tecnica chiamata “macramè”, un antico modo per eseguire una serie di nodi ovvero di annodare insieme diversi motivi geometrici senza l’uso di aghi. (immagine rif. https://goo.gl/DAgmg5)

6. Plastica

Negli ultimi tempi si stanno scoprendo i vantaggi della bioplastica.

Tra le varie possibilità che la natura ci offre per produrre plastica in maniera sostenibile, la canapa risulta essere tra le più interessanti.

La plastica può, quindi, essere prodotta dalla pianta di canapa.

Le materie plastiche a base di canapa sono più facilmente riciclabili e si decompongono più velocemente rispetto alla plastica tradizionale.

Possono essere utilizzati per realizzare praticamente qualsiasi cosa: lattine, custodie per cd, astucci, rivestimenti per tende da doccia, mobili e persino parti di automobili! (immagine Acrodur® Ecotechnology by BASF).

7.Carburante e biomasse

Non è fantascienza!

Anzi, Henry Ford l’aveva già previsto negli anni 30.

Dalla canapa è possibile realizzare un tipo di carburante alternativo al petrolio, l’etanolo di canapa.

Diversi tipi di biocarburanti possono essere ottenuti dagli oli realizzati con i semi e gli steli della canapa.

Le potenzialità di una fonte naturale, pulita e sostenibile danno speranza concreta per il futuro del nostro pianeta.

Inoltre, l’uso della canapa come biomassa per fini energetici è consentito per la produzione energetica in riferimento alla legge 242 art. 2 punto 3.

8. Depurazione

La pianta di cannabis può essere utilizzata per eliminare le impurità dalle acque reflue o sostanze chimiche indesiderate.

La canapa infatti viene utilizzata per bonificare zone contaminate,  luoghi radioattivi e tossici, ad esempio è stata usata per ridurre le conseguenze nel suolo del disastro nucleare di Chernobyl.

9. Diserbo

Inoltre, è possibile usare la canapa per sbarazzarsi delle fastidiose erbacce presenti nel terreno.

La canapa è molto efficace nel debellare le erbacce grazie alla sua altezza e densità.

La pianta di canapa impedisce, infatti, il raggruppamento di semi di erbacce nel suolo.

Ciò è particolarmente significativo in quanto consente agli agricoltori di evitare di utilizzare erbicidi potenzialmente dannosi per le colture.

10. Prodotti cosmetici

La canapa è la miglior soluzione  per il corpo e per l’ambiente.

cosmetici alla canapa sono prodotti utilizzando l’olio dei semi di canapa con l’aggiunta di altri ingredienti naturali.

Si tratta di creme idratanti e lenitive, per il viso e per il corpo, balsami per i capelli.

I prodotti cosmetici  alla canapa  sono ideali anche per le pelli più sensibili, perché si assorbono velocemente e ammorbidisco i tessuti senza lasciare unto il corpo.

La Canapa non si può non amare!